Muntari non paga le rate del SUV e glielo sequestrano: “Vivo un momento di grosse difficoltà”

Muntari non paga le rate del SUV e glielo sequestrano: “Vivo un momento di grosse difficoltà”
12 settembre 2017

Sulley Muntari, ex Milan e Pescara attualmente svincolato, vive per sua stessa ammissione “un momento di grosse difficoltà” e ha subito il sequestro del suo SUV, una Super Jeep, per il quale da qualche mese non pagava più le rate.

Come spiega il “Secolo XIX” il ghanese, 33 anni due settimane fa, è stato fermato a Chiasso, al confine tra l’Italia e la Svizzera dove è avvenuto il sequestro del mezzo, una Mercedes Amg G63, del valore di circa 150 mila euro.

Ai poliziotti ha ammesso, con molta franchezza: “Sto attraversando un momento difficile, ma sistemerò tutto al più presto”. Pare peraltro che il mezzo non sia di proprietà, ma solo noleggiato e che si tratti non di rate di acquisto, ma appunto del noleggio, che è avvenuto intorno ad inizio anno da una ditta di Genova.

Ormai da qualche tempo la carriera del centrocampista è in declino e dopo un passato in squadre come Inter e Milan non ha più trovato certi ingaggi, ma non ha forse conseguentemente mutato il suo stile di vita.

L’ultimo contratto la scorsa stagione, al Pescara, dove le prestazioni sul campo non sono state eccezionali, ma Muntari è assurto all’onore delle cronache per il brutto episodio di razzismo di cui è stato vittima e ancor più per la squalifica che fece molto scalpore: aveva infatti abbandonato il campo come protesta per i “buu” ed era stato per questo espulso.

Dopo l’intervento di censura (alla FIGC) da parte perfino dell’ONU, fu trovata infine la “scappatoia” che consentì di revocare la squalifica ed evitare così un caso diplomatico.



Leggi anche:
Dries Mertens neomelodico canta in napoletano
Commenti