Verona, picchiato uomo di 52 anni perché indossa la maglia del Chievo: frattura al naso

Verona, picchiato uomo di 52 anni perché indossa la maglia del Chievo: frattura al naso
12 settembre 2017

A Verona un uomo di 52 anni, che indossava una felpa del Chievo Verona, è stato picchiato da un gruppo di ragazzi “tifosi” (usiamo questo termine solo per comodità) dell’Hellas: l’uomo ha riportato la frattura del setto nasale.

Lo riferisce il sito larena.it, che riporta di come domenica scorsa 10 settembre l’uomo, che si trovava in zona stadio, stesse buttando l’immondizia per poi recarsi a messa con la famiglia, quando è stato circondato da un gruppetto formato da 4 ragazzi e una ragazza, che l’hanno apostrofato: “Hai la maglia sbagliata”.

L’uomo ha cercato di tirare dritto ma è stato accerchiato e colpito a pugni. L’episodio si è verificato poco dopo la sconfitta casalinga dell’Hellas Verona con la Fiorentina (0-5).

Gli aggressori sono fuggiti e sono ora ricercati dalle forze dell’ordine. La figlia 19enne dell’aggredito: “Spero li trovino, devono capire che ogni gesto ha una conseguenza”.

La scena è stata vista da alcuni residenti che hanno subito allertato il 118 e i carabinieri. L’uomo, ricoverato all’ospedale di Borgo Roma, ha spiegato di essere stato accerchiato e colpito con due pugni in faccia che lo hanno fatto cadere, poi è stato sbattuto contro uno dei cassonetti.

Sembra che non si tratti del primo episodio di tensione legato a situazioni calcistiche,  ma in questo caso s’è sconfinato nel puro teppismo.

Il deputato veronese Mattia Fantinati ha dichiarato: “La situazione in zona Stadio sta sfuggendo di man. Sono anni che i residenti ci segnalano episodi di violenza, difficoltà nel tenere aperte le attività fino a tardi, degrado e sporcizia. Una situazione a dir poco intollerabile”.

Nella foto (di Diennefoto) un’immagine della via Arnolfo di Cambio, dove è avvenuta l’aggressione.



Leggi anche:
Kaka: "Milan sempre nel cuore. Tornare da dirigente? Vedremo"
Commenti