Napoli, striscione polemico dei tifosi contro la UEFA

Napoli, striscione polemico dei tifosi contro la UEFA
17 agosto 2017

Nel corso di Napoli-Nizza alcuni tifosi partenopei hanno esposto uno striscione di protesta nei confronti della UEFA, che per motivi di sicurezza ha vietato i tifosi in trasferta, a Napoli come al ritorno del 22 a Nizza, alla luce dei disordini dell’agosto 2015.

“No away fans, no way for football” recitava il messaggio apparso durante il match di play-off di Champions (vinto 2-0 dalla squadra di Sarri) nella curva B, con un gioco di parole.

La frase è traducibile press’a poco con “Senza tifosi fuori casa non è vero calcio” (letteralmente, “Senza tifosi fuori casa non c’è strada per il calcio” ).

Una storia un po’ complessa, in cui la rivalità tra le tifoserie non è diretta, ma è il risultato di una serie di incroci: i nizzardi sono gemellati coi tifosi dell’Inter, con cui invece non intrattiene buoni rapporti il popolo della tifoseria azzurra.

I rossoneri francesi inoltre sono in rapporto conflittuale con la tifoserie genoana, con cui invece a sua volta è gemellata quella del Napoli.

Già 2 anni fa si verificarono dei disordini, all’esterno dell’impianto, durante l’amichevole del 2 agosto giocata in Francia (vinta per la cronaca 3-2 dalla squadra di casa): 3 tifosi napoletani feriti e circa 150 riaccompagnati alla frontiera prima del match.

Da allora le partite fra le due squadre sono considerate ad alto rischio: da qui la decisione degli organi di sicurezza UEFA di vietare la trasferta ai tifosi del Nizza al San Paolo così come quella dei partenopei all’Allianz Riviera.


Condividi:


Commenti