Napoli 2-0 in scioltezza sul Nizza, ma manca il k.o. in 11 contro 9

Napoli 2-0 in scioltezza sul Nizza, ma manca il k.o. in 11 contro 9
16 agosto 2017

Nell’andata del play-off di Champions League il Napoli si mostra in tutto e per tutto superiore al Nizza ma non chiude la sfida: 2-0 il finale, 21 tiri contro 6 ma soprattutto 8 (e un palo) contro 0 nello specchio della porta.

Favre presenta un inedito 5-3-2 nel tentativo (chiaramente fallito) di contenere Mertens & co. Francesi in 9 negli ultimi 15 minuti (recupero compreso), ma il Napoli non ne approfitta lasciando una fiammella di speranza agli agli avversari in vista del match di ritorno di martedì 22.

Per allora potrebbero aver recuperato anche due giocatori assenti stasera, Balotelli per infortunio e Snijeder perché considerato fuori forma da Fevre dopo oltre un mese di sostanziale inattività.

In vista del ritorno qualificazione comunque in mano ai partenopei: un goal di fatto chiuderebbe il discorso.

Segnano Mertens al 13′ su assisti di Insigne, il raddoppio arriva con il rigore trasformato da Jorginho al 70′ e assegnato per fallo sul belga, per la verità probabilmente fuori area.

Il tap-in di Insigne dopo il tiro di Mertens al 51′ s’infrange sul palo esterno.

Al 79′ l’entrata di Koziello su Zielinski gli vale il rosso diretto: a completare la frittata di pensa Plea che, già ammonito, va a protestare beccandosi il secondo giallo.

Occasionissima all’86’ per Milik che dal limite dell’area piccola manca l’impatto col pallone fallendo quello che è un rigore in movimento.

Mertens e Insigne si contendono la palma di migliore degli azzurri: per il belga il goal, il fallo che vale il rigore del 2-0 e diverse occasioni costruite, senza tuttavia concretizzare;il folletto napoletano ancora in versione splendido assist-man, peccato per il goal fallito.

La banda di Sarri conferma di essere una macchina con meccanismi oliati e il successo di stasera si deve almeno in parte alla continuità del progetto tecnico: un aspetto da non sottovalutare, le squadre italiane hanno fallito il preliminare 2 volte su 3.

Si tratta peraltro dell’ultima edizione con il preliminare per le squadre della nazioni più in alto del ranking, Italia inclusa: dalla prossima stagione vanno direttamente ai gironi di Champions le prime 4.

Si sono giocate anche altre 4 sfide, che completano il quadro dell’andata dei play-off dopo i match di ieri. L’Olympiacos coglie la vittoria in pieno recupero, Celtica a valanga sui kazaki dell’Astana ma serve l’autogoal alla mezz’ora di Postnikov per sbloccare il match.

Fatica ma infine vince in Turchia il Siviglia e vince anche quell’Hapoel Beer Sheva che ha incrociato l’Inter la scorsa stagione in Europa League (battendola entrambe le volte).

Basaksehir-Siviglia 1-2
Celtic-Astana 5-0
Hapoel Beer Sheva-Maribor 2-1
Napoli-Nizza 2-0
Olympiacos Pireo-Rijeka 2-1


Condividi:


Commenti