La carriera di Bolt si chiude con l’infortunio! Staffetta 4×100 da incubo

La carriera di Bolt si chiude con l’infortunio! Staffetta 4×100 da incubo
12 agosto 2017

Si chiude nel peggio dei modi la carriera di Usain Bolt: nella staffetta 4×100 durante la sua frazione s’infortuna e s’accascia per terra. Se pareva sportivamente tragico il bronzo nei 100 metri, ancora più triste è l’epilogo.

Si ferma dunque a 14 il suo bottino di medaglie ai Mondiali, pur tra gli applausi del pubblico che non fa mancare il suo appoggio.

Bolt ha sentito tirare alla gamba sinistra e ha dovuto fermarsi, poi inginocchiandosi un po’ per il fastidio fisico, molto per il dispiacere.

Vince la Gran Bretagna (37″47), podio completato dagli USA (che peraltro erano dati per favoriti) con 37″52, bronzo per il Giappone (38″04).

La Giamaica aveva sempre colto l’oro nella 4×100 dal 2007, sia ai Mondiali che alle Olimpiadi, con l’eccezione della medaglia d’oro del 2008 per la positività successivamente riscontrata di Nesta Carter.

Proprio l’uomo pià rappresentativo invece costa stasera la medaglia, di qualunque colore fosse.

Al di là della doppia caduta finale (la prima metaforica con il bronzo, la seconda, stasera, anche in senso fisico), rimane straordinaria la carriera del 30enne: 8 ori olimpici e 14 medaglie mondiali di cui 11 d’oro (poi due argenti e un bronzo).

Inoltre, tre record mondiali che resistono: 100 metri in 9”58, 200 in 9”19, e, con i compagni, quello delle staffetta 4×100 con 36”84.



Commenti