In Olanda frittata VAR: ci mette due minuti e mezzo, nel frattempo si segna un altro goal

In Olanda frittata VAR: ci mette due minuti e mezzo, nel frattempo si segna un altro goal
6 agosto 2017

Pasticciaccio brutto del VAR nel match di Supercoppa d’Olanda: si pronuncia sul rigore a favore del Vitesse quando sul capovolgimento di fronte il Feyenoord ha segnato il 2-0. L’arbitro annulla la rete e concede il rigore, poi segnato. Il Feyenoord supererà poi il turno ai rigori.

Nei giorni scorsi persino Maradona, l’autore della “mano de Dios”, s’era espresso a favore del VAR, che in effetti ha permesso di correggere diversi errori quando vi si è fatto ricorso.

I detrattori hanno però sempre sostenuto che avrebbe rallentato il gioco e creato situazioni grottesche: ebbene, in questa partita ce l’hanno messa tutta per confermare la tesi, dato che passeranno quasi due minuti e mezzo tra il fallo da rigore nell’area dei biancorossi e l’assegnazione dello stesso, mentre il gioco proseguiva.

LA RICOSTRUZIONE.

Quando il cronometro segna 54’04”, il centrocampista marocchino del Feyenoord El Ahmadi compie un intervento sull’attaccante sloveno del Vitesse Matavz, che lì per lì l’arbitro non giudica falloso.

Il gioco prosegue ed esattamente 20 secondi dopo, 54’24”, Jorgensen segna il raddoppio. L’arbitro alza però il braccio pochi secondi dopo, 54’30”.

Segue quasi un minuto e mezzo di confusione generale, l’arbitro parlotta chiaramente con l’assistente video e a 55’55” va a vedere personalmente il replay.

Il pubblico s’aspetta il possibile annullamento del goal per fuorigioco (che c’è), non è però probabilmente pronto al seguito.

Finalmente, a 56”30′, cioè esattamente 2 minuti e 26 secondi dopo l’episodio in area, l’arbitro assegna il rigore per il boato dei tifosi del Vitesse: Buttner trasforma.

La decisione, almeno questo, è corretta: goffo l’intervento di El Ahmadi, che travolge l’avversario in scivolata. Ma, secondo più secondo meno, ci sono voluti 2 minuti di troppo.

Per la cronaca, il match s’è giocato allo stadio De Kuip di Rotterdam, casa dei biancorossi. I tempi regolamentari sono terminati 1-1 e il Feyenoord, che era passato in vantaggio al 7′ con Toornstra, vincerà ai rigori: 5-3 il punteggio complessivo della sfida.

 


Condividi:


Commenti