Fallisce l’assalto di Ausilio, no definitivo di Simeone all’Inter malgrado la ricca offerta

Fallisce l’assalto di Ausilio, no definitivo di Simeone all’Inter malgrado la ricca offerta
26 aprile 2017

Diego Simeone mantiene fede alla parola data e dice no all’Inter, per continuare almeno un altro anno all’Atletico e vivere con i Colchoneros la prima stagione nel nuovo stadio Wanda Metropolitano.

Come riferisce marca.com, la scorsa settimana è avvenuto un incontro tra il direttore sportivo dei nerazzurri Ausilio ed il tecnico argentino con i suoi rappresentanti. Ma si sarebbe trattato di poco più che un incontro di cortesia: Simeone si sarebbe seduto ad ascoltare l’offerta come forma di rispetto per la sua ex squadra.

Non sembrano mai esservi stati dubbi nella mente del Cholo, malgrado Suning fosse pronta a fargli ponti d’oro e garantirgli carta bianca e un ricco budget sul mercato.

Sfuma così definitivamente per la panchina dei nerazzurri l’opzione Simeone e alquanto complicato rimane l’altro obiettivo Antonio Conte, benché qui vi sia un pur piccolo spiraglio dato che ancora il tecnico prende tempo sul rinnovo con il Chelsea.

Al termine della stagione scorsa Simeone, dopo la seconda finale di Champions persa in tre anni contro il Real Madrid, aveva mostrato qualche titubanza sulla sua continuazione all’Atletico, forse pagando scotto della delusione, salvo poi rilanciare in un patto con la dirigenza e rinsaldare la sua posizione e le sue convinzioni all’Atletico.

Lo stesso argentino ha però in passato dichiarato che punta ad allenare i club in cui ha giocato e questo porta l’Inter a sperare se non altro per il 2018/19, se dovesse sfumare anche Conte: in questo caso, con la conferma di Pioli sempre più improbabile, si potrebbe invece puntare per la prossima stagione su Spalletti.

Il tecnico della Roma, che negli scorsi giorni ha pronunciato parole che sanno molto di addio, è gradito a Suning per le capacità mostrate nel gestire un ambiente complicato come quello capitolino, portando la squadra nelle prime tre posizioni.


Condividi:


Commenti