Norvegia, la bizzarra e pericolosa bravata del tifoso: spray al pepe in faccia al guardalinee

guardalinee con spray rosso in Norvegia
guardalinee con spray rosso in Norvegia
22 aprile 2017

Paese che vai, bizzarrie che trovi: in Norvegia, durante un match di seconda serie, un tifoso ha pensato bene di lasciare il segno… sulla faccia del guardalinee (dal nome impronunciabile) Ole Andreas Skogsrud Haukåsen. Lo fa con uno spray al pepe, la sua azione fortunatamente non comporta conseguenze per l’assistente del direttore di gara.

Siamo al minuto 81′ di Kongsvinger-Ranheim, campionato OBOS (equivalente della serie B), punteggio di 0 a 0, quando un tifoso fa invasione di campo e, armato di una bomboletta di spray al pepe, traccia una linea rossa sulla faccia del guardalinee.

Non sono ancora chiare per la verità le ragioni dell’atto che ha interrotto un normale pomeriggio di calcio al Gjemselund Stadion di Kongsvinger.

Potrebbe trattarsi di una protesta per una decisione dell’assistente, ma pare molto più probabile che si tratti di una goliardata, forse un’assurda sfida, e la ragione è evidente: nessuno porta di norma uno spray al pepe allo stadio, l’azione sarà dunque verosimilmente premeditata.

D’altra parte il nord Europa e la Norvegia in particolare, forse per distrarsi da un freddo che non abbandona il Paese per gran parte dell’anno, sembrano particolarmente inclini a bizzarrie di vario tipo, tra le più famose il campionato di calcio per ubriachi.

Il match fra Kongsvinger e Ranheim è stato fermato per 3 minuti, giusto il tempo di allontanare il tifoso e pulire gli occhi e la faccia del malcapitato guardalinee, un po’ stordito ed un po’ confuso.

Per la cronaca l’incontro, valido per la quarta giornata di un campionato appena iniziato per evidenti ragioni climatiche, è terminato sul punteggio di 0 a 0.

 

 


Condividi:


Commenti