Djokovic dov’è finito? A Montecarlo si salva per un pelo con Carreno Busta

Djokovic dov’è finito? A Montecarlo si salva per un pelo con Carreno Busta
20 aprile 2017

Djokovic è scomparso, Djokovic non c’è più. Ma dove ha la testa il grandissimo campione che ha dominato la stagione 2015? L’ex numero 1 del mondo, al torneo di Montecarlo, sembra l’ombra di se stesso. Nervoso, svagato, rendimento altalenante, il Nole di oggi alterna momenti di buon tennis a errori non degni di un fuoriclasse come lui. Tanto che gli servono tre set per avere ragione di Carreno Busta (6-2 4-6 6-4) dopo un match a tratti dominato ma che l’attuale numero 2 Atp stava per buttare via un paio di volte. Nole, giunto comunque ai quarti, affronterà adesso Goffin che ha avuto la meglio su Thiem (7-6 4-6 6-3). Ma, contro il belga che non molla mai, Djokovic è una vittima predestinata se continuare a giocare così male e senza cattiveria agonistica.

Spiace dirlo ma Djokovic, a tratti, sembra già un ex. Forse imborghesito, con un altro figlio in arrivo, Nole ha divorziato da Becker che lo aveva accusato di allenarsi poco e male. E, in effetti, il serbo non è stato all’altezza della situazione regalando a Carreno Busta una serie di occasioni che, fino a qualche tempo, non si sarebbe mai sognato di concedere. In vantaggio nel secondo set, Djokovic si è fatto rimontare perdendo la frazione mentre nel terzo si è salvato con un colpo di coda negli ultimi due game dopo che, pure stavolta, lo spagnolo era riuscito a raggiungerlo. Purtroppo per il campione, e per i suoi tifosi, non si tratta di una giornata “no”. Lo stesso era accaduto contro Simon, battuto a fatica con il punteggio di 6-3 3-6 7-5, evidenziando lo stesso malessere fuori e dentro al campo.

Completamente diverso l’altro quarto con un Rafa Nadal grandissimo che ha annichilito il promettente Zverev. Non c’è stata partita, come dimostra il 6-1 6-1 con cui lo spagnolo ha dominato il match. Potente e sicuro si è visto il miglior Nadal della stagione, diventato il grande favorito del torneo. Nel prossimo turno troverà l’argentino Diego Schwartzman, numero 41 del mondo che battuto Struff.



Commenti
array(12) { [0]=> int(69378) [1]=> int(76756) [2]=> int(76704) [3]=> int(76608) [4]=> int(76608) [5]=> int(76886) [6]=> int(76839) [7]=> int(76828) [8]=> int(76828) [9]=> int(76932) [10]=> int(76919) [11]=> int(76910) }