La Nazionale degli oriundi: Emerson Palmieri è italiano. Giusto convocarlo?

La Nazionale degli oriundi: Emerson Palmieri è italiano. Giusto convocarlo?
29 marzo 2017

Pronta la Nazionale degli oriundi. Il primo sulla lista dei possibili convocabili di Ventura è Emerson Palmieri, terzino brasiliano di 23 anni della Roma, cresciuto nel Santos ed ex Palermo. La Fifa ha stabilito che, calcisticamente parlando, è italiano e dunque può vestire la maglia azzurra avendo rinunciato al Brasile. Il c.t. azzurro lo chiamerà per lo stage a Coverciano tra il 10 e il 12 aprile, in attesa poi di poterlo chiamare in causa per una partita della Nazionale.

Il difensore faceva al caso dell’Italia: è giovane, gioca in ruolo dove le alternative sono poche, aveva il doppio passaporto avendo la mamma origini calabresi. Ventura ha “benedetto” l’operazione: “Tutte le grandi nazionali hanno oriundi al loro interno. Mettiamoci nelle condizioni giuste, salvo poi far parlare il campo”, aveva detto il tecnico quando ha pensato a Emerson Palmieri. La Federazione si è mossa un paio di mesi fa: le 9 gare giocate con l’Under 17 carioca non facevano testo in quanto il giallorosso era già “italiano”. Ecco allora il sondaggio con il giocatore, che si è detto subito disponibile a vestire la maglia azzurra, e i relativi passaggi burocratici. Il più importante dei quali è stato quello di preparare il dossier da inviare alla Fifa in cui si chiedeva il passaggio dalla Cbf (la Federcalcio brasiliano) alla nostra Figc.


Condividi:


Leggi anche:
Euro 2020, domenica 2 dicembre il sorteggio: ecco cosa rischia l'Italia
Commenti