Search
Icardi zittisce i tifosi

Wanda Nara garantisce: “Icardi resterà all’Inter al 100%”

La contestazione della Curva Nord dell’Inter per le frasi nella biografia, non provocheranno il divorzio tra Icardi e la società nerazzurra. Lo ha garantito la moglie e agente del capitano interista, Wanda Nara, in un’intervista con il Corriere della Sera. “Toglietevelo dalla testa, non andrà via dall’Inter: resta al 100%. Le occasioni ci sono state la scorsa estate, lui ha scelto di restare proprio per il rapporto che ha con i tifosi, perché è attaccato all’Inter. Non vuole dover ricominciare tutto da capo. La fascia non è mai stata in discussione: è e resta il capitano dell’Inter, ci tiene troppo”. La donna, prossima al parto della seconda figlia dell’attaccante, che si chiamerà Isabel, già contestata durante l’estate per il tira e molla di mercato, con le richieste di rinnovo sullo sfondo, minimizza: “Le cose succedono. Mauro non voleva offendere nessuno, ma certe cose scritte fanno un effetto diverso, si travisa il tono. Non c’ era intento polemico con i tifosi della Curva. Mauro lo conoscete: è una persona perbene, rispettosa. Per questo motivo ha deciso di toglierlo nella ristampa. Questo fa capire che persona è Mauro. Il libro è quasi esaurito, nella nuova versione non ci sarà quella parte. Domenica, appena ha saputo che qualcuno si era offeso, ha scritto lui le scuse, prima di salire in macchina per andare a San Siro. Ci vuole rispetto anche per lui”.

Nemmeno quello striscione e quei cori, domenica nella partita col Cagliari hanno incrinato il rapporto, anche se Icardi ha risentito della contestazione, peraltro zittita dai trequarti del Meazza, sbagliando un rigore, poi rivelatosi decisivo per il risultato finale: “Mauro è una persona molto fredda, non sente la pressione, è concentrato sul lavoro e non si preoccupa dell’ esterno. Però è stato assurdo, una situazione così te la aspetti in trasferta, non in casa. Sotto porta non sbaglia quasi mai, però ha fallito il rigore. Alla fine ci ha rimesso la squadra. Mi è venuto da piangere e non per l’errore, ma per la reazione dello stadio. È stata una cosa commovente. Non ho mai visto tutto San Siro applaudire un giocatore che tira fuori un rigore. Quell’applauso dice più di tante parole e discorsi: dice che la gente vuole bene a Icardi, che Mauro è rispettato e che i tifosi sono tutti quelli che vogliono bene all’Inter. Su Facebook è arrivato un milione di messaggi di solidarietà. La gente ha scritto subito per fargli sentire il suo affetto. È un idolo di tanti bambini, un esempio come calciatore, uomo e padre. Le cose belle sono da dire”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *