Juve, la storiella di Evrà: “Quando mi chiesero una foto in chiesa”

Juve, la storiella di Evrà: “Quando mi chiesero una foto in chiesa”
19 ottobre 2016

L’allegria e l’entusiasmo in casa Juve si misurano anche da episodi, se vogliamo, secondari. Come per la storiella di Patrice Evrà che sul volo di ritorno a Torino, da Lione, ha raccontato di quando, in chiesa, un tifoso ha interrotto le sue preghiere per chiedergli una foto: “Fino alla fine, sì, ma non in chiesa”, ha detto il francese, facendo ridere Paulo Dybala e Gonzalo Higuain seduti accanto a lui. Si sta scoprendo un Evrà sempre più mattacchione, coi video che posta sui sui profili social e questo segue quel filone. “Ho un messaggio importante per i tifosi della Juve: l’altra volta sono andato in chiesa, stavo pregando con il capo chino e gli occhi chiuso e ho sentito una mano sulla spalla. Ho pensato che fosse Gesù Cristo che è sceso dalla croce, mi sono voltato ed era un tifoso che mi ha chiesto una foto. Allora, fino alla fine, sì, ma non dentro la chiesa”. 

 

 


Visualizzato 435 volte
Leggi anche:
Il Napoli di Sarri si scopre vincente in Europa alla faccia di Maradona
Commenti
array(12) { [0]=> int(55388) [1]=> int(64325) [2]=> int(64294) [3]=> int(64246) [4]=> int(64246) [5]=> int(64334) [6]=> int(64320) [7]=> int(64284) [8]=> int(64284) [9]=> int(64339) [10]=> int(64329) [11]=> int(64323) }