Search
Buffon Santo

Champions, Buffon strepitoso! Che risposta alle critiche: para un rigore e salva la Juve con due miracoli

Gigi Buffon ha ricacciato in gola le critiche che gli avevano rivolto i suoi detrattori. Dopo l’errore in Nazionale con la Spagna e in campionato contro l’Udinese, il capitano bianconero ha sfoderato una prestazione mostruosa in Champions League contro il Lione. “È bello quando ti fanno i funerali e poi li smentisci” aveva detto il portiere che, con tre miracoli, ha tenuto in partita la Juventus consegnando ad Allegri la vittoria grazie al gol di Cuadrado, importante per il futuro in Coppa. Tre interventi eccezionali ma il numero uno bianconero è stato un monumento per la squadra e una sicurezza per i compagni. Nel primo miracolo Buffon è stato strepitoso al 35′ in occasione del rigore assegnato dall’arbitro per un “abbraccio” in area di Bonucci. Dal dischetto è andato il rientrante Alexandre Lacazette: tiro all’angolino basso di destra e tuffo con respinta in angolo dell’estremo difensore.

La seconda prodezza di Buffon è forse la parata del secolo. Fekir recupera un pallone vicino al limite, prende la mira e calcia: il tiro diretto sotto la traversa è sfiorata da un difensore della Juventus ma è il portiere con un riflesso incredibile a toccare il pallone che si alza e finisce sopra la traversa. Non ci sono parole per descrivere l’intervento di Gigi.

E poi l’ultima “perla”, la più “normale” (si fa per dire) per un Superman come Buffon, ma decisiva per impedire al Lione di passare in vantaggio. Al 71′ Tolisso si libera nell’area piccola per colpire di testa su cross da punizione: il pallone, schiacciato a terra, sarebbe terminato in rete se il portiere della Juventus, con grandi riflessi, non avesse respinto in uscita il pericolo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *