La risposta delle Mercedes in Bahrein

La risposta delle Mercedes in Bahrein
17 aprile 2015

Mentre il sole aveva illuminato la doppietta delle Ferrari, nella prima sessione di prove libere in Bahrein (leggi qui), la seconda, alla luce dei riflettori e con temperature dell’asfalto più basse, ha visto il “ritorno”  delle Mercedes.

Nico Rosberg e Lewis Hamilton hanno firmato un avvincente uno-due, con solo un decimo di secondo di distanza tra di loro. Tuttavia, il duo Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel ha accusato solo mezzo secondo dal passo delle frecce d’argento: un’indicazione di quella che potrebbe essere la sfida in un Gp che promette grandi battaglie e forti emozioni.

Hamilton non ha perso tempo a far segnare il miglior giro con i pneumatici a mescola media col tempo di 1m 36.795s, ma Vettel è stato solo 0.100s più lento. Con la gomma morbida è stato Rosberg che ha fatto segnare il miglior tempo con 1m 34.647s a 1m 34.762s.

Kimi Raikkonen, il più veloce nella prima sessione di prove, è stato il migliore tra i ferraristi con 1m 35.174s, davanti a Vettel con 1m 35.277s. Proprio alla fine il tedesco è stato coinvolto in un piccolo incidente con la Force India di Sergio Perez, che per breve tempo ha portato la bandiera rossa per consentire di rimuovere i detriti dal circuito.

La dinamica dell’incidente è all’esame dei commissari; i commissari stanno studiando anche come Hamilton e Raikkonen hanno lasciato la corsia dei box quando la sessione è ripresa. Valtteri Bottas ha segnato il quinto tempo con la per la Williams, vicino a Vettel in 1m 35.280sDecisamente sfortunato Jenson Button che si era fermato nella prima sessione di prove; nella seconda, si è fermato alla curva 11, dopo che aveva inviato 1m 39.209s. L’auto è stata recuperata e la McLaren è ripartita, ma non è riuscito a migliorare il tempo e ha concluso al 19° posto.


Condividi:


Commenti