Lewis Hamilton perdonato per la doccia di Shanghai

Lewis Hamilton perdonato per la doccia di Shanghai
16 aprile 2015

I giornali del suo paese hanno subissato il pilota Lewis Hamilton di critiche e accusato di sessismo per aver festeggiato la vittoria a Shanghai, nel Gp di Cina di Formula Uno di domenica scorsa (leggi qui) versando dello champagne su una hostess, sul podio.

A difendere il campione inglese di automobilismo è stata la stessa ragazza, la 22enne Liu Siying, laureata all’Istituto di Arti Visive di Shanghai e modella, che, in un’intervista al quotidiano Shanghai Daily ridimensiona la vicenda: “Non mi sono offesa. È durata soltanto uno o due secondi, e non ci avevo pensato troppo”.
“Penso – ha aggiunto – che alcuni media stranieri siano più sensibili sul tema rispetto a quelli cinesi”.

Liu ha detto di essere una fan di Kimi Raikkonen; aveva lavorato come hostess alla manifestazione dello scorso anno e domenica è stata la prima volta sul podio.

La modella ha concluso con il condivisibile suggerimento di non dare troppo peso alla questione.

Anche Hamilton ha dato la sua versione dell’innaffiata: “Ero sul podio per festeggiare la vittoria ottenuta dal team, era quello che mi interessava. Mi dispiace che certa gente sia rimasta offesa, ma io credo che uno degli aspetti più amati di questo sport è quando riusciamo a mostrare le nostre emozioni, il nostro divertimento a farlo. E poi non so se la ragazza si è lamentata in prima persona, se fosse stato così mi sarei preoccupato di più”.


Condividi:


Commenti