Juventus, la finale in Champions vale 100 milioni

Juventus, la finale in Champions vale 100 milioni
14 aprile 2015

Numeri alla mano la semifinale di Champions League potrebbe valere per la Juventus circa dieci milioni di euro. Superare il Monaco, dunque, oltre al grande risultato sportivo, comporterebbe un grosso, grossissimo beneficio per il club torinese che finora, nel suo cammino europeo, ha incassato qualcosa come 77,5 milioni, cifra superiore a quella ottenuta l’anno scorso (62,7 milioni con la semifinale persa in Europa League), e a quella del 2012-13 (65,3 milioni prima dell’eliminazione ai quarti da parte del Bayern Monaco”.

I numeri, snocciolati da Tuttosport, insomma, sono importanti e “battere i biancorossi monegaschi – scrive Marina Salvetti sul quotidiano sportivo – significherebbe accrescere il tesoretto custodito in cassa: un premio fisso dall’Uefa di 4,9 milioni, una crescita della fetta di market pool, il premio diviso in base al mercato televisivo dei singoli paesi, di altri 1,6 milioni e gli introiti da botteghino, probabilmente superiori ai tre milioni. In totale, una decina di milioni. Se si somma la cifra a quanto già percepito dalla Juventus, i ricavi Champions del club di Andrea Agnelli schizzerebbe a 87 milioni”.

Il jackpot sarebbe però andare in finale a Berlino che “garantirebbe – si legge su Tuttosport – un bonus da 6,5 milioni, se poi la squadra di Allegri dovesse vincere la finale l’assegno crescerebbe a 10,5 milioni, ai quali aggiungere 2,4 milioni di market pool, oltre a tutti i premi degli sponsor. La Juventus potrebbe chiudere la stagione con 100 milioni di guadagno e una Coppa – e quale Coppa – in più in bacheca”.

Tanti soldi che paradossalmente potrebbero aumentare già l’anno prossimo. Se nel triennio 2012-15, la Champions valeva 1,4 miliardi di euro all’anno, nel prossimo “si prevede – conclude Salvetti – l’aumento del 32% con i ricavi da Champions che passano a 1,9 miliardi”.


Condividi:


Commenti